Generazione Z: perché e come includerla nella propria strategia di marketing

Può sembrare il nomignolo di una serie televisiva, in realtà la generazione Z esiste ed è anche molto importante per la maggior parte delle aziende.

Chi sono i ragazzi della generazione Z?

La generazione Z è immediatamente successiva ai Millennials e comprende tutti coloro che sono nati tra il 1995 ed il 2010.

Questi ragazzi sono abituati a Netflix, ad utilizzare il proprio smartphone per rispondere alle proprie domande e difficilmente sono disposti ad aspettare più di 8 secondi (questo il tempo massimo di attenzione).

Il social che preferiscono è Instagram e sono perennemente alla ricerca di relazioni sociali e conoscenza.

Quest’ultima caratteristica li rende molto difficile da persuadere,

per quale motivo?

Perché loro non privilegiano una marca, ma i contenuti che offre.

Come intercettarli

Nella descrizione delle caratteristiche della Generazione Z abbiamo già detto quanto sia difficile attirare la loro attenzione, ma non abbiamo detto la motivazione…

Ciò che la limita infatti non sono le distrazioni, ma la fretta di trovare all’istante le informazioni che cercano.

Il primo modo per avere la possibilità di intercettarli è quello di avere un sito con un tempo di caricamento molto basso (il 60% non usa app e siti lenti), il secondo è di avere contenuti di qualità.

Per catturare la loro attenzione devi fare in modo che si rispecchino nel contenuto del tuo post, devi emozionarli, coinvolgerli, e, soprattutto, devi insegnargli qualcosa.

Il tuo linguaggio deve essere diretto ed amichevole e non deve contenere frasi troppo lunghe o commerciali.

Se percepiscono anche un pizzico di pubblicità, stai pur certo che passeranno al post successivo senza degnarti nemmeno di un like.

Perché è importante non sottovalutarli

La prima motivazione ci viene data da una ricerca di IBM, che ha provato come il 93% delle famiglie sia influenzato dalle preferenze e dalle esigenze della generazione Z nel momento degli acquisti.

La seconda è legata alla brand awareness o conoscenza di marca.

Tra le attività preferite della generazione Z infatti ci sono quelle di esprimere le proprie opinioni attraverso le recensioni e di condividere foto, video, blog post e articoli (tutto ciò che è commentabile).

Che questo sia il tuo target ideale o meno, fai molta attenzione a dargli la giusta importanza,

non si sa mai chi potrebbero influenzare.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

bool(false)

Questo sito fa uso di cookie - Proseguendo la navigazione o chiudendo questo banner accettate la nostra politica di cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close