Facebook – Le novità sulle Fake News

FACEBOOK È ALL'OPERA PER CONTRASTARE LA DIVULGAZIONE DI FAKE NEWS NEL NEWSFEED.

Parola di Luca Colombo, country manager di Facebook Italia.

Il social più popolare al mondo è frequentemente pieno di bufale, che molto spesso vengono spacciate con abilità per notizie veritiere, scatenando una disinformazione molto pericolosa.

Facebook ha ufficialmente dichiarato guerra alle notizie fake, per rendere il newsfeed meno "sporco" e con aggiornamenti attendibili. In Francia, diverse testate media di rilievo hanno concluso un accordo con il social di Mark Zuckerberg, volto a contrastare la divulgazione di notizie false tramite segnalazione delle stesse.

Negli Stati Uniti è stato fatto lo stesso a Dicembre 2016, ed in Germania lo sarà tra poco. In America come in Francia, alcuni media importanti sono stati presi in considerazione da Facebook per una fase di testing volta a distruggere la divulgazione delle notizie fake.

Le bufale non verranno del tutto eliminate, ovviamente, ma non compariranno più in cima al newsfeed di Facebook.

Per concludere, ecco le parole di Luca Colombo in un talk tenuto al Forum dell'Economia Digitale a Milano.

"L'attenzione sulle fake news è alta e sia in America che in Francia e in Germania. Sono partiti dei test, vogliamo ora vedere come funzioneranno. Fare un test e renderlo globale e poi scoprire che non funziona non ha senso. In questo momento, come in tutte le operazioni che facciamo, prendiamo alcuni mercati come pilot, mercati di prova, e sulla base di questi vediamo se funziona e, se non funziona, come farlo funzionare". I test servono per capire come arrivare a una soluzione che sia effettivamente efficace per i consumatori".

Nessun commento ancora

Lascia un commento

bool(false)

Questo sito fa uso di cookie - Proseguendo la navigazione o chiudendo questo banner accettate la nostra politica di cookie. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close